A Vinitaly il lancio della 5a Edizione di Wine and Sardinia

Wine and Sardinia a Vinitaly:

A Verona il lancio della quinta edizione del concorso enologico del Mandrolisai aperto ai vini sardi. L’Assessore Pier Luigi Caria: “un’ iniziativa che sta decollando nella nostra regione grazie ai giovani che stanno entrando in questo bel mondo, con una presenza femminile in crescita e un ricambio generazionale necessario nel mondo dell’agricoltura”.

 

Wine and sardinia Vinitaly 2018

 

Verona 18 aprile 2018 – È stata presentata domenica al Vinitaly, nello spazio istituzionale della regione Sardegna, la 5° edizione di Wine and Sardinia,  concorso enologico promosso dalla Pro Loco di Sorgono (Nuoro) che in questi anni si distinto per la qualità dell’organizzazione e la professionalità dei giurati che di volta in volta si sono succeduti. Federico Graziani, Roberto Cipresso, Monia Ravagli, Ruben Larentis, Salvo Foti, Nico Danesi, Luca Roagna, Flavio Faliva, Sergio Molino, Harald Schraffl, sono alcuni dei prestigiosi enologi che nelle prime quattro edizioni hanno prestato il loro palato la loro professionalità alla valutazione dei vini sardi.

L’edizione di questo anno già annuncia una compagine di tecnici di assoluto pregio: Luca D’Attoma, toscano, presidente della giuria fondatore della Wine Evolution Consulting, società che offre consulenze enologiche a importanti produttori nazionali e internazionali; Emiliano Falsini, enologo toscano, consulente per molti progetti dislocati in varie regioni italiane di pregio e Andrea Moser, enologo per la cantina altoatesina Kaltern, tra le migliori cantine sociali d’Italia.

Un terzetto di esperti fama internazionale che il 27, 28,29 luglio si ritroverà a Sorgono, nel centro esatto della Sardegna, nel Mandrolisai, per assaggiare il meglio della produzione vinicola sarda assieme ai giornalisti Marco Pozzali e Pierluigi Gorgoni.

“Wine and Sardinia, iniziativa che sta decollando nella nostra regione grazie ai giovani che stanno entrando in questo bel mondo, con una presenza femminile in crescita e un ricambio generazionale necessario nel mondo dell’agricoltura” questo il commento dell’Assessore regionale dell’Agricoltura Pier Luigi Caria, presente alla conferenza stampa. Caria ha ricordato  i riconoscimenti ottenuti dalle produzioni sarde nell’edizione 2018 di Vinitaly “questi risultati danno il segno di una grande crescita nella qualità dei nostri vini e della capacità di aggregazione di questo mondo che va sempre più avanti facendoci ben sperare per le prospettive di ingresso in mercati nazionali e internazionali. Complimenti a chi lavora nel primario, a chi opera sotto il profilo tecnico nella trasformazione e nell’organizzazione delle aziende e complimenti a chi promuove iniziative come quella presentata oggi (15 aprile, n.d.r.), che sono da stimolo per tutti gli operatori del comparto e anche per le politiche attuate a livello regionale e nazionale”.

“Ci pare interessante la prospettiva di poter portare la mission della nostra associazione in questa manifestazione che rappresenta un polo importante per la viticoltura sarda – ha commentato Antonio Furesi della sezione sarda dell’Associazione italiana sommelier (AIS) tracciando le linee di collaborazione con Wine and Sardinia – Nell’ambito delle attività che proporremo agli organizzatori, la prospettiva sarà sicuramente quella di organizzare degustazioni e produrre sinergie tra noi e le cantine che parteciperanno all’evento per garantire la massima diffusione della conoscenza dei territori, dei vini e della Sardegna in genere”.

Anche Luca D’Attoma è intervenuto alla presentazione del concorso con grande entusiasmo pronto a tuffarsi in quella che definisce “una nuova esplorazione”. Pierluigi Gorgoni ha invece posto l’accento sulle peculiarità dell’Isola: “La Sardegna riserva alcuni tesori viticoli ancora poco noti, nascosti, ma capaci di sovvertire le gerarchie enologiche internazionali. Il Mandrolisai è la prima di queste terre ed è bellissimo trovarsi lì per assaggiare vini provenienti da ogni angolo dell’isola, respirando una passione per il vino che è di tutti gli abitanti di questo luogo.”

Wine and Sardinia è un progetto realizzato dall’Associazione Pro Loco di Sorgono con il Patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, della Regione Sardegna e del Comune di Sorgono e con il contributo della Fondazione di Sardegna.

http://www.wineandsardinia.it


Pier Luigi Gorgoni

Giornalista, dal 2009 al 2016 autore e degustatore della guida I Vini d’Italia de L’Espresso (per la quale ha curato in particolare i vini delle regioni Piemonte, Lombardia, Veneto, Alto adige, Emilia Romagna e Puglia), Pier Luigi Gorgoni è docente di Enologia e docente di Enografia Internazionale per ALMA – La Scuola Internazionale di Cucina Italiana di Gualtiero Marchesi. Docente di Comunicazione del vino presso Università IULM di Milano. Membro del Comitato editoriale e Responsabile delle degustazioni per la rivista bimestrale SpiritodiVino. E’ stato docente dei Master of Food di Slow Food. Autore della sceneggiatura e interprete in video dell’opera in sedici DVD Il VINO – Corso completo di degustazione edita da La Repubblica – L’Espresso nel 2010. Coordinatore dal 2010 dei concorsi Autoctono che passione! e Tasting Lagrein. Co-autore delle opere I Signori del Vino e Franciacorta – una terra, un vino edite da Swan Group. Autore con Luca Gardini, Andrea Grignaffini e Marco Pozzali della Enciclopedia del Vino per l’editore Dalai (Baldini e Castoldi). Nel 2012 una qualificatissima giuria di giornalisti ed esperti lo ha inserito nel terzetto dei candidati al Premio Luigi Veronelli per Le Lettere.
Dal 2016 è Brand Ambassador per Alto Adige vini. Ha scritto nel 2017 Il Vignaiolo Universale – la cultura nel calice pubblicato da Marsilio.

 

Marco Pozzali

Giornalista e sommelier, nel 2007 riceve il riconoscimento di Chevalier de l’Ordre de Coteaux de Champagne, per aver diffuso il nome dello Champagne nel mondo. Come giornalista e scrittore ha realizzato per il gruppo Food gli abbinamenti vino-cibo nelle numerosissime collane di libri edite sia per la libreria che in allegato ai principali quotidiani e periodici nazionali come La Repubblica, La Stampa, Il Giornale, Il Giorno, La Nazione, Il Messaggero, Il Resto del Carlino, La Gazzetta di Parma, il settimanale Donna Moderna e altri. Attualmente scrive su riviste di settore italiane e straniere e sul sito di cultura www.ifioridelmale.it. Nel 2013 a Parigi il suo Grandi vini di piccole cantine scritto con Federico Graziani è stato premiato come miglior libro del mondo nella categoria Wine Tourism al prestigioso Gourmand Cookbook Awards.

 

INFO E CONTATTI

EMAIL info@wineandsardinia.it
SITO http://www.wineandsardinia.it/

UFFICIO STAMPA
email info@wineandsardinia.it
tel. 328 6480749

ProLoco Sorgono
tel: 340 068 0386
pec: prolocosorgono@pec.it
email: sorgono.proloco@gmail.com
website: http://www.prolocosorgono.com

 

WINE AND SARDINIA

Concorso enologico

Aperto a tutte le produzioni enologiche regionali ed espletato secondo le direttive ministeriali in materia di concorsi enologici, il concorso si avvale di una giuria di estrazione internazionale che valuta le eccellenze del comparto. La scelta di palati non avvezzi alle proprietà dei vini sardi conferisce originalità e trasparenza al concorso, gli eccellenti curricula di ciascun membro garantiscono l’autorevolezza delle valutazioni. La proclamazione dei vincitori avviene nell’ambito del Salone dei vini, durante l’evento enogastronomico Autunno in Barbagia – Sa ‘innenna, episodio di spicco nella cornice della vendemmia popolare, momento di autentica condivisione e occasione di promozione integrata dell’offerta turistica.

 

Salone dei Vini sardi

Un grande evento enologico al centro della Sardegna. Il padiglione di oltre 600 metri quadri ospita più di 20 cantine selezionate tra le vincitrici del concorso e offre spazi di visibilità alle eccellenze artigiane del Mandrolisai. Punto di incontro tra domanda e offerta del mercato interno e spazio dedicato all’interazione tra aziende e potenziali clienti il Salone è  evento imprescindibile per chiunque desideri conoscere le produzioni enologiche sarde e polo di attrazione per visitatori, turisti, media nazionali e internazionali. Un’occasione di promozione e crescita professionale ed economica per tutti i soggetti coinvolti nella realizzazione dell’evento.